APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE DEL COMUNE DI BOLOGNA E ALCUNI MIEI ODG COLLEGATI SU IMPRESA, URBANISTICA E PROFESSIONI

Bologna si conferma una città virtuosa, il 21 Dicembre in Consiglio comunale abbiamo approvato il bilancio previsionale del Comune di Bologna e vi assicuro che non sono tanti i Comuni delle dimensioni del nostro che possono vantare di avere questa buona abitudine.

Con 22 voti a favore (Sindaco, Partito Democratico, Città comune con Amelia) e 14 voti contrari (Movimento 5 stelle, Lega Nord, Forza Italia, Insieme Bologna, Coalizione civica) il Sindaco e la Giunta possono concretamente dare attuazione alle linee di indirizzo e ai progetti previsti nel Dup (Documento Unico di Programmazione).

Il nostro bilancio vuole rispondere innanzitutto  alle esigenze reali delle persone e delle famiglie e per questo prevede: equità, tariffe inalterate, esenzione dal pagamento Irpef per le fasce deboli della popolazione, investimenti in opere pubbliche e, da quest’anno, anche una riduzione delle tariffe dei nidi e di alcuni servizi integrativi e scolastici.

Importante anche il Fondo per l’affitto con cui vogliamo venire incontro alle giovani coppie e ai lavoratori precari.

Con l’occasione del Bilancio, ho anche presentato quattro ordini del giorno su Incentivi alle imprese, Urbanistica, Professioni  e Regolamento del Centro storico per il contrasto al degrado e l’incentivo di essercizi commerciali virtuosi.

Se avete richieste di informazioni sulle notizie di stampa che riguardano il nostro Comune, scrivetemi a: isabella.angiuli@gmail.com sarò lieta di rispondere a dubbi e richieste di chiarimenti.

Intanto vi auguro un Natale sereno fatto di amicizia, amore e di cura di sé e dei propri cari e per il Nuovo Anno la fortuna di star bene e di riuscire ad affrontare i problemi con un po’ di filosofia e con la consapevolezza che le cose ad un certo punto si sistemano 😉

Un abbraccio,

Isabella 

ps: Tutti i documenti sul bilancio del Comune saranno disponibili online a questo indirizzo: http://bilancio.comune.bologna.it/ e i miei odg ai seguenti link:

457806_2017. OdG bilancio- legge regionale urbanistica

457826_2017. OdG bilancio- equo compenso

457875_2017. OdG bilancio- tutela centro storico

457916_2017. OdG bilancio- Incredibol

Qui trovate il Comunicato Stampa del Comune di Bologna

ANGIULI: GIUNTA MEROLA APRA CONFRONTO IN VISTA PROSSIMO BILANCIO.

ANGIULI: GIUNTA MEROLA APRA CONFRONTO IN VISTA PROSSIMO BILANCIO.

(DIRE) Bologna, 19 giu. – Nel prossimo bilancio Palazzo D’Accursio trovi il modo di abbassare le imposte per le imprese bolognesi, che sono “particolarmente tartassate”. Ad andare in pressing sulla Giunta Merola e’ lo stesso Pd che sostiene l’amministrazione, per bocca della consigliera comunale dem Isabella Angiuli, che cita la ricerca dell’Osservatorio Cna sul carico fiscale per le imprese del territorio. “A Bologna la tassazione per le Pmi va oltre il 70%- sottolinea Angiuli- basterebbero pochi punti percentuali di questa tassazione per liberare importanti risorse, che le imprese particolarmente tartassate sarebbero gia’ pronte a reinvestire in azioni di sviluppo”. L’esponente Pd cita in particolare Tari (la tassa sui rifiuti) e l’Imu. “Credo sarebbe un bel segnale da parte del Comune e di amicizia nei confronti di chi fa impresa- esorta- aprire un ragionamento su come diminuire la tassazione in particolare per le micro e piccole imprese”.
Le aziende di Bologna, rimarca Angiuli, “chiedono con forza al Governo nazionale e locale di liberare risorse da poter investire sulla crescita”. Non e’ solo un “tema di pressione fiscale elevata- spiega la dem- ma di iniqua distribuzione del carico, che svantaggia in particolare le piccole imprese personali”.
(SEGUE) (San/ Dire
15:35 19-06-17 .
NNNN

(DIRE) Bologna, 19 giu. – Per questo, Angiuli chiede di approfondire il tema “in previsione del prossimo bilancio, in quanto i dati raccolti dalle associazioni delle imprese fotografano situazioni poco eque e che non si modificano automaticamente nel corso della vita dell’impresa”, perche’ la struttura aziendale “spesso non muta” mentre “una tassazione squilibrata resta squilibrata per sempre e non ne incentiva certo la crescita”. Dunque, propone Angiuli, “sarebbe importante a livello territoriale studiare il tema della Tari, nel caso di produzione di rifiuti speciali, o dell’Imu sugli immobili produttivi-commerciali, che a causa delle elevate rendite catastali nel Comune di Bologna ci portano a essere al secondo posto per la tassazione delle imprese in Italia”. La dem ha chiesto un’udienza conoscitiva sulla Tari in commissione, a cui “potrebbero seguire altri appuntamenti per istruire il tema complessivamente in previsione del prossimo bilancio”. Nell’area metropolitana di Bologna, del resto, “gia’ da anni molti Comuni scontano alle start up la Tari per i primi anni e riducono l’Imu”, sottolinea Angiuli.
(San/ Dire
15:35 19-06-17 .
NNNN

qui è possibile scaricare il mio intervento di inizio seduta nel consiglio comunale di oggi

http://comunicatistampa.comune.bologna.it/2017/consiglio-comunale-lintervento-dinizio-seduta-della-consigliera-isabella-angiuli-857